Posted on Lascia un commento

Paracadutista atterra in campo durante Sassuolo-Inter

L’uomo è planato in campo sullo scadere del primo tempo

Curioso episodio al Mapei Stadium di Reggio Emilia. Durante la partita di Serie A Sassuolo – Inter, sullo scadere del primo tempo, un paracadutista è atterrato in campo. Al momento del rigore fischiato all’Inter al 44esimo minuto e poi realizzato da Lukaku per il 3-1 nerazzurro, il paracadutista è atterrato a centrocampo ed è stato immediatamente portato fuori dal terreno di gioco, grazie all’aiuto degli addetti allo stadio.
Fonte: Rtl102.5
Posted on Lascia un commento

Migrante Afghano arrestato per aver accoltellato a morte un dipendente del centro sociale e un anziano agricoltore

Un migrante afghano in eta militare è stato arrestato per aver ucciso un 32enne dipendente del centro di asilo e assistenza sociale e un contadino 63enne.

l’ afghano ‘richiedente asilo‘, il cui nome non è ancora stato reso noto dalle autorità austriache, è attualmente sotto inchiesta con due accuse di omicidio. Fonte: l’Associated Press.

Lunedi, il migrante afgano ha attaccato l’assistente sociale presso il centro d’asilo con un coltello per una disputa su un posto di lavoro presso il rifugio migranti di Wullowitz, vicino al confine con la Repubblica Ceca. L’assistente sociale è morto dopo aver subito gravi lesioni.

Le persone accorse in aiuto dell’assistente sociale sono state anche loro accoltellate e hanno subito lesioni gravi. L’afghano, che ha poi abbandonato la scena del delitto, ha ucciso un contadino di 63 anni, prima di rubare il suo veicolo.

Poco dopo il richiedente asilo è stato arrestato nella vicina città di Linz, in Alta Austria.

Secondo le autorità, il migrante afgano era arrivato in Austria nel 2015 dove la sua richiesta di asilo era stata respinta. Il suo appello contro il rigetto è attualmente pendente.

Nel mese di agosto, un altro migrante dall’Afghanistan è stato arrestato dalle autorità per aver tentato di incendiare la sede del partito austriaco nazionale populista FPÖ.

Posted on Lascia un commento

Bimba di 11 anni riesce a salvarsi dal rapitore con un’arma segreta

Una ragazzina di 11 anni si salva dal suo rapitore usando la parola segreta che la sua mamma le aveva insegnato in casi come questi

Una bambina di 11 anni è riuscita a superare in astuzia il suo rapitore grazie alla parola in codice segreta che aveva concordato in precedenza con la mamma. Ogni genitore è convinto che il proprio figlio sia il più intelligente e bravo di tutti. Ma nel caso di Brenda James, la figlioletta di 11 anni, Madison, si è veramente rivelata di un’astuzia senza pari.

Di recente la bambina ha fatto qualcosa che non solo ha dimostrato che era in grado di pensare fuori dagli schemi, ma che, probabilmente, le ha anche salvato la vita.

Brenda, preoccupata per la sicurezza della figlia, tempo fa aveva elaborato un piano che tutti noi dovremmo emulare. In pratica ha insegnato alla figlia una parola in codice segreta: la bambina doveva chiedere questa parola a qualsiasi estraneo le si fosse mai avvicinato. Brenda aveva fatto tutto ciò solo per precauzione, mai si sarebbe immaginata che quel suo eccesso di prudenza si sarebbe rivelato utile in futuro.

Un giorno, infatti, Madison stava tornando a casa da scuola. Un SUV guidato da un uomo le si avvicina e l’uomo le disse che suo fratello aveva avuto un grave incidente e di salire sull’auto perché l’avrebbe portata da lui. Madison si è subito insospettita: prima di tutto l’uomo stava facendo in modo di essere visto il meno possibile e poi era sicura di non aver mai visto quell’uomo in vita sua. Quindi Madison ha deciso di chiedere all’uomo la parola segreta che le avrebbe confermato di essere stato inviato dalla madre. L’uomo, preso di sorpresa dalla richiesta, è subito fuggito via.

E TU HAI GIA INSEGNATO AI TUOI FIGLI COME DIFENDERSI DA EVENTUALI AGGRESSORI?

Madison corre così subito a casa dove racconta alla nonna cosa era successo. Immediatamente l’anziana donna chiama la polizia. Brenda ha poi provveduto a spiegare come funziona il sistema del codice segreto. Se fosse mai arrivato il momento in cui qualcuno che non conosceva avesse detto a Madison di andare con lui da qualsiasi parte, lei avrebbe sempre dovuto chiedergli la parola in codice. In questo modo, se la persona in questione fosse stato un malintenzionato non inviato dalla madre, la bambina avrebbe dovuto allontanarsi da lui.