Categoria: Amore

“Fidanzatina virtuale” lo spinge ad abusare del fratellino e inviargli i video: ma “lei” era un pedofilo

Inghilterra, un minore proveniente dalla Lombardia è stato arrestato con accusa di abuso sessualmente su minore, il ragazzo ha abusato del fratellino di 10 anni più piccolo per svariati mesi allo scopo di produrre materiale pedopornografico da inviare ad un’amica (poi rivelatosi in realtà un uomo) conosciuta sui social.

Il ragazzo è adesso accusato di abuso e violenza su minore, aggravato dal fatto che sia un familiare e divulgazione di materiale pedopornografico.

Le indagini compiute dalla polizia postale di Verona hanno inoltre scoperto che la persona a cui il ragazzo inviava il materiale è un uomo sulla quarantina che vive in provincia di Como, l’uomo era già stato arrestato con l’accusa di detenzione di materiale pedopornografico, questo utilizzava dei profili falsi spacciandosi per una 17enne con lo scopo di ricavare materiale pedopornografico dalle suo vittime.

Tra le varie conversazioni analizzate dalla polizia postale, sono state rinvenute non solo foto con atteggiamenti sessualmente espliciti del ragazzo, dopo una estenuante insistenza della falso contatto, il ragazzo ha inviato del materiale nel quale coinvolgeva anche il fratellino minore.

Per il ragazzo le autorità giudiziarie hanno così deciso un’ordinanza di custodia cautelare, e grazie alla cooperazione tra polizia Inglese e quella Italiana è stato inviato un mandato di arresto dalla Procura dei minori.

Si focalizza adesso la massima attenzione alla salute psicofisica del bambino, che ha dovuto subire queste violenze per vari mesi.

UNA MAESTRA SPIEGA CON 2 MELE, IL BULLISMO AI BAMBINI

Un giorno una maestra, ha voluto spiegare il bullismo alla propria classe. Per non introdurre un discorso troppo pesante per dei bambini, ha deciso di utilizzare due mele per far comprendere loro la gravità del bullismo. Ma come ha fatto?

Poco prima di entrare in aula, la maestra ha battuto una delle due mele sul tavolo, in modo da ammaccarla un po’, ma senza che questo si notasse dall’esterno.

 

La maestra inizia il suo discorso, mostrando agli alunni entrambe le mele, e chiede loro di insultare la prima mela, c’era chi l’ha chiamata “verme”, chi brutta, e diceva che “non dovrebbero esistere dei frutti così brutti e cattivi di gusto”.

Dopo, la maestra, prese la seconda mela, e chiese ai bambini di rivolgerle dei complimenti, gli alunni iniziarono a lodare la mela, chi per la sua lucentezza, chi per il suo colore e chi per il suo aspetto invitante.

Una volta terminato l’esercizio, la maestra disse che adesso era il momento di capire l’importanza delle parole che erano state rivolte, e soprattutto le ferite che queste possono provocare.

I bambini rimasero stupiti, in quanto esteriormente entrambe le mele avevano lo stesso aspetto, la maestra però taglia a metà le mele, facendo vedere il loro interno.


La mela che aveva ricevuto insulti (ovvero quella che la maestra aveva battuto in precedenza), era marcia, scura, e per niente invitante, l’altra mela, era invece appetitosa, sana e dall’aspetto invitante.

Questo, è per far capire che il bullismo, gli insulti fisici e verbali, possono provocare delle grandi ferite che esteriormente non sono visibili, ma che internamente fanno male, e fanno marcire chi le subisce.

La maestra, capì che il messaggio era stato compreso, quando un bambino ha detto che lui, e tutti gli altri bambini, dovrebbero essere come la mela più bella.

Ecco perché, questo semplice ma importante esempio è stato molto utile.

Condividete l’articolo per far conoscere a tutti questo piccolo grande insegnamento.




PASSA LA VITA SENZA POTER VEDERE I COLORI, I SUOI AMICI GLI REGALANO QUALCOSA DI SPECIALE!

Le persone che soffrono di daltonismo e gli acromati, hanno una visione dei colori alterata o addirittura nulla, adesso però esistono degli occhiali in grado di percepire parti dello specchio cromatico, a loro inaccessibili.

In questo video, potrete vedere un uomo che dopo aver passato la vita a non vedere nessun colore, riceve questi occhiali!





VEDE ATTRAVERSO LA FINESTRA, IL VISO DI UNA BAMBINA IMPALLIDIRE, L’ASSURDA VICENDA CHE SPEZZA IL CUORE

In genere, i genitori amano i loro bambini, altre volte però, alcuni genitori rendono la vita dei loro figli un vero e proprio inferno.

La storia che stiamo per raccontare è veramente da brividi, si tratta di genitori che hanno maltrattato i loro bambini causando del male. Per fortuna, vi sono anche persone molto buone, che cercano in ogni modo d’aiutare questi poveri bambini.

La vicenda si svolge in Florida, e ha come protagonista una bimba di nome Danielle.

Un giorno un uomo passando vicino il cortile di una casa, rimase stupito nel vedere dalla finestra di questa casa, un viso pallido di un bambino, la situazione gli è subito sembrata strana, per questo decide di avvertire la polizia.

L’agente Michael Holste, ricevendo la chiamata di soccorso, si precipita nell’abitazione, una volta entrato, rimane sconvolto nel vedere spazzatura sparsa per tutta la casa, feci di animali, scarafaggi e ragni ovunque, e proprio in tutto quel trambusto, si trovava una bambina di 6 anni che indossava un pannolino sporco.


La bambina in questione è proprio Danielle, che non appena vide l’uomo, scappò in un angolo della casa con le braccia che avvolgevano le gambe e il mento sulle ginocchia. La bambina aveva sei anni e non parlava, si comportava come una bimba di sei mesi.

 

La bambina fu subito portata in ospedale, la madre fu condannata, Danielle adesso è stata adottata da una famiglia molto amorosa con già quattro figli. Dopo svariati problemi legati alla sua vecchia situazione, la bambina ha pian piano migliorato le sue condizioni fisiche e psichiche. Se non fosse stato per quel passante, probabilmente la bambina avrebbe fatto una bruttissima fine..

Di seguito, vi proponiamo il video che racconta proprio questa storia.

 

Se questo articolo ti è stato utile, CONDIVIDILO!




Il CANE ASPETTA PAZIENTEMENTE CHE LA FAMIGLIA LO VENGA A PRENDERE – LORO LO HANNO ABBANDONATO

Michigan, America, una famiglia cambia casa e, trasferendosi, lascia il proprio pitbull Boo tra la spazzatura.

Il vicino di casa trova Boo su un vecchio materasso lasciato nella spazzatura dalla famiglia.

Dopo qualche giorno la famiglia torna a casa per raccogliere i rimanenti oggetti rimasti nella vecchia casa, ma anche in quel caso, lasciano il cane lì. Il vicino, assistendo alla scena, decide di pubblicare su Facebook la foto di Boo coricato sul materasso, chiedendo aiuto, purtroppo però nessun rifugio per animali della città si è fatto avanti per il povero cane.

Un giorno, Mike Diesel, vede la foto con la relativa storia di Boo su facebook, così decide di prendere la macchina e far visita al cane, prima di prenderlo però, si rende conto di dover guadagnare la sua fiducia.

 

– “Ho iniziato Domenica 16 alle 14:30 a conquistarmi la fiducia di Boo e sono stato là fino alle 01:00 di quella notte. Ci ho parlato e ho imparato a conoscerlo e gli ho dato diversi tipo di cibo” – racconta Diesel.

Il giorno successivo, conquistata la fiducia del cane, Mike va a prenderlo, Boo ha consentito a farsi mettere il collare, è stato portato dal veterinario dove gli è stata diagnosticata la dirofiliaria, per fortuna, grazie all’aiuto di Mike, Boo ha ricevuto tutte le cure necessarie.

– Boo ha già instaurato un rapporto meraviglioso con me, è un pitbull davvero pieno di amore e di lealtà verso le persone, dice Diesel.

La vecchia famiglia di Boo ha deciso di abbandonarlo nella spazzatura, ma adesso questo obbediente e meraviglioso cane ha trovato delle persone che gli vogliono davvero bene!

Vi commuoverete di certo nel vedere l’amore che Mike ha deciso di dare al povero Boo.

Se ritieni che Mike meriti un elogio per il suo bellissimo gesto, CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO!

 

FASCETTE SULLE RUOTE DEL PASSEGGINO? ECCO SPIEGATO IL PERCHÉ’!

Siete dei neo-genitori? Utilizzate il passeggino ma avete sempre a che fare con problemi di spazio per i pannolini, ruote scivolose, o maniglie che si piegano?

In questo articolo vi presenteremo un trucco che aiuterà i genitori ad alleggerire il passeggino, si sa, quando si hanno dei bambini, c’è sempre qualcosa di nuovo da imparare!

La maggior parte dei passeggini ha bisogno di alcune migliorie, come ad esempio le ruote, non sono adatte per le superfici lisce, i manici spesso si rompono dopo poco tempo.

Il video che vi mostriamo, sarà la soluzione ad ogni problema riguardante i passeggini, se avete dei bambini piccoli vi consigliamo vivamente di guardarlo!

 Se questo articolo è stato utile, CONDIVIDILO con qualche altro genitore che potrebbe aver bisogno di questi suggerimenti!

La ragazza fa la sua prima ecografia, purtroppo però qualcosa non va

Emily Christine Fauner ed il marito scoprono di star diventando genitori, Emily era incinta! I due erano al settime cielo, la coppia cercava d’avere un bimbo da oltre un anno, e adesso finalmente il loro sogno si era realizzato!

Otto mesi dopo la notizia, la 25enne era emozionatissima al pensiero della prima ecografia, era pronta a vedere per la prima volta il suo bimbo!

La loro felicità non è però durata a lungo, la ragazza si è subito resa conto che qualcosa non andava.

Facebook / Love What Matters

Il giorno dell’ecografia:“Sentivo il bisogno di fare pipì, ma mi avevano detto che con la vescica piena era più semplice vedere il bimbo, così compilo tutti i moduli per l’ecografia e vengo accolta nella stanza da un dottore.

Iniziata l’ecografia, sentivo il cuore palpitare di gioia, io e mio marito eravamo davvero emozionati, attendevamo questo giorno da tanto tempo!

Inizio così ad intravedere le immagini dallo schermo, ma qualcosa non andava, non erano come quelle che avevo visto su internet, non riuscivo a vedere nulla! Il mio corpo aveva avuto un aborto interno”.
Facebook / Emily Christine

Emily Christine [FOTO]

“Ho capito subito dall’espressione del medico che qualcosa non andava, avevo visto su internet tantissime ecografie, era impossibile che la mia non somigliasse a nessuna di quelle.

Ho pensato che non avrei dovuto piangere, il medico mi ha detto che ‘accade molto spesso’, non riuscivo a guardare mio marito negli occhi.

Mi hanno rimandato a casa, la natura avrebbe fatto il proprio corso, e il mio corpo si sarebbe ‘sistemato’ da solo, non riuscivo a dir nulla.”
Facebook / Emily Christine

Facebook / Emily Christine

Nessuno mi aveva però detto cosa sarebbe accaduto da quell’istante, la Dottoressa non mi ha detto che mio marito avrebbe pianto, nessuno mi ha detto di come sarebbe stato difficile dire ai miei genitori che il mio bimbo non sarebbe nato, non mi ha detto che non avrei saputo rispondere alla domanda “quando avrete un figlio?”, non sapevo quanto sarebbe stato difficile perdere qualcuno che non avevo mai conosciuto.

La dottoressa mi ha solo detto che un 1 aborto su 4 è spontaneo, ma le statistiche non mi importavano, ho capito che dovevo parlarne con amici e parenti. Da quel momento mi sono sentita meno sola, mia mamma, mia sorella, e una mia amica avevano già avuto un’esperienza simile, NON ero sola.

Facebook / Emily Christine

Emily [FOTO]

Tante persone si chiedono perché io ne abbia parlato solo dopo alcuni mesi, la realtà è che purtroppo il tempo non guarisce tutto.

Per questo voglio che la mia esperienza sia d’aiuto per quelle ragazze che come me, hanno dovuto subire questo grande dolore! Condivido il mio dolore per non far più sentire una donna da sola, perché c’è sempre una speranza per un cuore spezzato..

Condivido con voi la mia lettera:


Facebook / Emily Christine

Emily ed il marito [FOTO]

La lettera di Emily, si spera possa essere veramente d’aiuto per tutte le donne, il messaggio fondamentale è: non siete sole!

Il pitbull sta per essere soppresso, ma una donna prende una decisione..

Questa è la storia di Nico, un pitbull sopravvissuto a degli assurdi maltrattamenti..

Nico veniva chiamato “il Mostro”, è stato utilizzato per combattimenti tra cani per essere poi abbandonato in un canile dove sarebbe stato soppresso.

Tutti pensavano che Nico fosse aggressivo solo perchè è un pitbull, ma un giorno Kelly Gibson, attivista per i diritti degli animali, vede una foto su Facebook di Nico, il cane era molto abbattuto, poggiava con la testa sul muro, così Kelly decide di andare al canile per conoscerlo.

Kelly, dopo aver guardato il cane negli occhi, si rese subito conto che tutti si sbagliavano su di lui, il cane non era assolutamente un mostro. Kelly decide cosi di fare una raccolta per salvare Nico, una volta riuscita nel suo intento, il cane è stato curato da un veterinario per poi essere trasferito in un rifugio per animali.

Dopo circa tre mesi, Nico era cambiato totalmente, era finalmente pronto a trovare una nuova casa!

Ad accoglierlo è Bridget, in famiglia Nico ha anche una sorellina, un pitbull femmina di nome Brisby, adottata nello stesso rifugio di Nico.

 

Bridget ama Nico, pensa che lui sia il simbolo della speranza degli animali maltrattati, quelli malati e quelli costretti a combattere tra loro.

Adesso Nico vive con una famiglia che lo ama, ed è tornato ad essere un cane come tutti gli altri!

Tutto questo è stato reso possibile grazie a Kelly, grazie a chi non si sofferma alle apparenze, ma guarda oltre, questa storia ci fa capire che i cani non nascono cattivi.

Di seguito il video con la storia di Nico.

La bimba malata di cancro balla la sua canzone preferita.

Si sa che la musica ha effetti molto positivi,specialmente sulle persone malate,ed il video che vi mostreremo tra poco ne è la dimostrazione.

I bambini malati, trascorrono molto tempo in ospedale, ogni giorno affrontano operazioni, esami e molte altre cose che li demoralizzano.

Nonostante le difficoltà e i problemi, riescono a sorridere e a divertirsi, la bambina di questo video è diventata subito famosa grazie alla sua simpatia, inizia a ballare sulle note di ‘Despacito’ di Luis Fonsi.

Un post condiviso da Luis Fonsi (@luisfonsi) in data:

 

La bimba protagonista del video lotta contro il cancro, ma questo non le ha impedito di ballare, intorno si possono notare i Clown chiamati Clowntagiosos, medici travestiti da Clown che girano per gli ospedali strappando dei sorrisi a questi bambini.

Il cantante Luis Fonsi, non appena ha visto il video, lo ha subito condiviso nel suo profilo Instagram, perchè l’ospedale è proprio quello della sua città, Luis ha inoltre dichiarato:

Il video ha avuto un enorme successo, ha avuto milioni di visualizzazioni, mostra la vera forza e il vero coraggio che si deve avere nei momenti così difficili, godendo anche delle piccole cose!

Se questo video ti è piaciuto, condividilo!

Adottano un cane, dopo pochi giorni ‘attacca’ la figlia, i genitori rimangono sconvolti dal motivo.

Khan,è questo il nome del dobermann che ha fatto molto parlare di sé in questi giorni.

La vicenda

Khan è stato adottato da quattro giorni quando compie un gesto che spaventa a morte i suoi nuovi padroni, diventa improvvisamente aggressivo con la bimba dei padroni. 

Khan si trovava in giardino a giocare insieme alla bimba di 7 mesi, quando all’improvviso le afferra il pannolino e la lancia più di un metro di distanza. La mamma, accorgendosi del fatto, corre subito in soccorso della propria figlia prendendola in braccio.
Rimase a bocca aperta quando, nel prendere la bimba in braccio si rese conto che Khan lo aveva fatto per proteggere la piccola: sul prato su cui giocava la bimba vi era un grandissimo e lunghissimo serpente, uno dei più velenosi al mondo!

 

 

 

Il cane aveva così reagito istintivamente per salvare la bimba in tutti i modi, ecco perché l’agguantò dal pannolino per allontanarla.

Il Pericolo

La mamma, Catherine si era però accorta che il cane era stato morso dal serpente, chiamò il marito e si precipitarono entrambi dal veterinario per salvare Khan.

A Khan fu subito somministrato l’antidoto e per fortuna è sopravvissuto a questo spiacevole inconveniente!

Khan, che inizialmente era sembrato aggressivo, in realtà aveva salvato vita alla loro bimba!

Una vicenda che per fortuna ha avuto un lieto fine!

Se questa storia ti è piaciuta, lascia un ‘Mi Piace’ e Condividi!